Archivi categoria: teatro

il miserabile teatro degli umani

Succede uguale anche ai figli della buona borghesia. Di impazzire, intendo.
E il teatro è il medesimo: un duetto con un immaginario nemico chiuso all’interno della mente – e guardano davanti a sé come l’avessero al cospetto e le invettive, chissà perché, si arricchiscono -uguale come nei dialoghi rabbiosi dei proletari e sottoproletari allo bando psichico- di parole-schifezze: ‘te lo vai a pigliare nel c…’, e ‘sei un’emerita tr..a’, e ‘quel grandissimo str..zo del tuo amico’.
Dove le differenze di censo si notano sugli aggettivi forbiti: ‘emerita’, ‘grandissimo’, ‘pigliare’ – e nella dotta prolusione in perfetta lingua italiana e corredo di erre moscia.
E, per una volta, la pazzia ‘pareggia tutte le erbe del prato’ come la morte – e assume qui poca importanza l’adagio che vuole che il padrone sia tale perché conosce diecimila parole in più del suo operaio.

Venezia è sempre bella, pur nell’umidità fredda che l’attanaglia e mai s’è visto, da decenni, un ponte dell’Immacolata così moscio e deserto di presenze turistiche – e i neri delle borse taroccate se ne stanno infreddoliti e battono i piedi e sembrano i colombi malatticci con le piume arruffate che verranno presto predati dai gabbiani .

Ma oggi osservano con bonomia, e divertìti, il teatro dell’assurdo della giovane donna che recita con bravura il pezzo della sua misteriosa follia e sorridono come fossero dei privilegiati rispetto a quell’indigena ‘partita’ verso i lidi della follia, chissà come e perché.
Ma, forse, già dopodomani, quello stesso che l’osserva e la commisera tenderà la mano mendico perché escluso, a sua volta, dalla conventicola criminale dei venditori abusivi che hanno fatto cricca e comunella e numero chiuso.

Chi sta in alto e chi sta in basso, scriveva Brecht in molte sue memorabili poesie didattiche.
Già. E mai come in questo momento di crisi globale, che si aggroviglia e non mostra luce in fondo, al tunnel le fredde stelle di novembre ‘stanno a guardare’ indifferenti il miserabile teatro degli umani.

nel caso ve lo foste perso

<object width=”640″ height=”385″><param name=”movie” value=”http://www.youtube.com/v/dSNzhkm8wiM?fs=1&amp;hl=it_IT”></param><param name=”allowFullScreen” value=”true”></param><param name=”allowscriptaccess” value=”always”></param><embed src=”http://www.youtube.com/v/dSNzhkm8wiM?fs=1&amp;hl=it_IT” type=”application/x-shockwave-flash” allowscriptaccess=”always” allowfullscreen=”true” width=”640″ height=”385″></embed></object>